Maialino da latte alla frutta secca

30 minuti

2 ore e 50 minuti

Materie Prime

Costolette di maiale

INGREDIENTI
per 4 persone

maialino da latte (pancia disossata con la cotenna) da 1 kg
150 g di ricotta
una fetta da circa 150 g di mortadella di fegato
10 albicocche secche
2 tuorli
aglio
erbe aromatiche: alloro, rosmarino, salvia
insalata di stagione
burro
vino bianco secco
olio extravergine d’oliva
sale
pepe nero in grani

PROCEDIMENTO
Riducete a cubetti la fetta di mortadella poi mescolatela in una ciotola con la ricotta, i tuorli, sale e pepe e 5-6 albicocche tagliuzzate, ottenendo la farcia. Stendete sul tagliere la carne di maiale con la cotenna all’esterno; spalmatela con la farcia poi arrotolatela e legatela con parecchi giri di spago da cucina. Accomodate il rotolo in una pirofila insieme con un mazzetto di salvia e rosmarino, 4-5 spicchi d’aglio non pelati, 2 foglie d’alloro, sale, pepe macinato, un filo d’olio e infornate a 170°C per 2 ore e 50 minuti, poi aumentate la temperatura del forno a 230°C e completate la cottura dell’arrosto che dovrà risultare dorato e croccante. Passate il sugo, sgrassatelo, portatelo a bollore, quindi sfumatelo con un dito di vino, lasciatelo restringere, aggiungetevi le albicocche rimaste, sminuzzate, una piccola noce di burro fresco, quindi versatelo sull’arrosto che porterete in tavola con il contorno d’insalatina.

Il tuo macellaio consiglia

Le ricette con il maialino da latte stanno incontrando sempre più il favore di molti. La cosa non ci sorprende affatto in quanto le carni di questi maialini oltre ad essere tenerissime conservano un ottimo sapore anche dopo la cottura unite ad una delicatezza che non si trova nei maiali adulti. Perciò scoprire che i maialini si possono utilizzare nei vari tagli e non solo nelle classiche porchette sarà fonte di nuove e gustose preparazioni sia nelle occasioni importanti che nella normalità.

La parola al sommelier

Abbinate con Sangiovese di Romagna Riserva DOC caldo, morbido, fresco con buoni tannini ben polimerizzati.